Liseberg e la magia delle luci di Natale.


EnglishItalian

Se volete venire a visitare Göteborg o, in generale, i paesi scandinavi, due sono, a mio parere, i momenti migliori dell'anno per farlo. Il primo è sicuramente l'estate: le lunghissime giornate, dove il sole non tramonta quasi mai, vi faranno scoprire paesaggi mozzafiato e un clima festoso ricco di spettacoli e concerti. Il secondo è il periodo prima di Natale. Tutto viene addobbato a festa, e miliardi di luci vengono appese in ogni dove. Dato che il buio regna sovrano in questi mesi, il contrasto con le decorazioni luminose risulta particolarmente piacevole e le città si animano di un'atmosfera magica. Per di più, sparsi nei luoghi più caratteristici, troverete quasi quotidianamente dei graziosissimi mercatini di Natale, ricchi di bancarelle variopinte, cariche dei più interessanti souvenirs.

Qui a Göteborg, per godervi appieno questo clima di festa, potete recarvi nel quartiere-parco giochi della città: Liseberg. Di solito è aperto soltanto in primavera ed in estate, ma viene eccezionalmente rimesso in funzione per qualche fine settimana da metà Novembre fino ai primi di Gennaio. Venne costruito negli anni '20 del secolo scorso e la sua storia è talmente ricca di avvenimenti che si può addirittura consultare un sito internet, tale Lisepedia, in cui si possono ottenere tutte le informazioni dettagliate e catalogate anno per anno.

Da quando sono qui, mi è capitato di visitare il parco soltanto d'inverno. Alle giostre adrenaliniche che sono sempre aperte nel periodo estivo ma quasi completamente inagibili in inverno, preferisco di gran lunga, infatti, il pattinaggio sul ghiaccio, i negozietti di dolciumi e prodotti tipici e lo spettacolo di luci che vengono proposti proprio in questo periodo.

Moltissime sono comunque le attrazioni invernali che attirano sia le famiglie coi bambini che tanti gruppi di giovani che hanno voglia di passare una bella serata diversa dal solito. Disseminati lungo tutta la superficie della zona troverete caroselli coloratissimi e postazioni in cui sfidare i vostri amici. Si va dal tiro alla fionda dove, lanciando pietre grosse come una mano, bisogna cercare di centrare dei bersagli a forma di palle di neve, al tiro al piattello, a stand in cui dovrete trasformarvi in provetti Micheal Jordan per riuscire a fare canestro mentre i tabelloni si muovono, fino a strambi giochi in cui, azionando joysticks a forma di pompa da benzina, bisogna centrare il serbatoio della propria auto per raggiungere il traguardo prima degli altri.

Ma non è finita qui: si può salire sulla ruota panoramica per ammirare l'intera città dall'alto, tentare la sorte per vincere 2 chili di cioccolato alla ruota della fortuna, o visitare la casa di Babbo Natale ed il quartiere medievale. Insomma, ce n'è davvero per tutti i gusti. E, a tal proposito, i più temerari potranno assaggiare - io personalmente mi sono rifiutata, ma magari a qualcuno l'idea può piacere - la carne di renna che viene servita in un mega involtino tipo kebab. Assolutamente imperdibile è, però, la bevanda natalizia svedese per eccellenza: il glöggÈ una specie di vin brulé molto aromatico, servito sia nella versione alcolica che in quella alcool-free, che di solito viene accompagnato da uvetta e mandorle da sgranocchiare mentre lo si sorseggia.

Se questo clima giocoso e quest'atmosfera luminosa rimanessero così da Novembre a Marzo, vivere in Svezia durante il lungo periodo invernale sarebbe davvero divertente. Purtroppo però, quando tornerò a Göteborg agli inizi di Gennaio, ritroverò la città spoglia di tutte le decorazioni. Tanto vale quindi, prima di tornare in Italia per le vacanze, farsi un altro bel giro con gli amici a Liseberg!

Carlotta

 

 

Share it!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

2 commenti su “Liseberg e la magia delle luci di Natale.