Il Thanksgiving, una nuova tradizione di famiglia


Anche quest'anno, la fine del mese di Novembre coincide con uno dei periodi più frenetici per la società americana: il Thanksgiving long weekend. L'ultimo giovedì del mese si celebra il giorno del ringraziamento e, nei giorni successivi, si inizia ad assaporare lo spirito di Natale. Ma non solo quello delle luci e dell'aria frizzante di neve, delle torte fatte in casa e della cioccolata calda. No. I negozi propongono, per un limitatissimo periodo di tempo - da venerdì (Black Friday) ad oggi (Cyber Monday) -una serie di sconti per invogliare lo shopping compulsivo tipico delle feste natalizie. 

Quest'anno, per l'occasione, abbiamo inaugurato una tradizione familiare, che ci impegneremo a mantenere, in futuro. Ninte di eccezionale. Si tratta di un tipico ringraziamento in famiglia - però per noi è davvero importante non avendo molta "famiglia" su questo continente. Luca, cugino di Paolo che conosco da una vita, vive per lavoro in Texas dal 2010. Quest'estate si è sposato con Roya, una ragazza iraniana (cresciuta in Canada) che ha conosciuto negli Stati Uniti. Loro due sono gli unici famigliari che abbiamo sul territorio statunitense. Sono la nostra famiglia americana ed abbiamo deciso che, d'ora in avanti, il Thanksgiving verrà celebrato insieme. 

Quando sembra che manchi qualcosa, è importante crearsi una tradizione, un punto fermo. Per noi italiani all'estero spesso le feste locali sono poco sentite, le viviamo con meno trasporto perchè le sentiamo meno nostre. Guardiamo con nostalgia i nostri amici rimasti in patria pubblicare status legati alle feste nazionali italiane (come, per esempio, quella dell'Immacolata Concezione, che l'otto Dicembre quest'anno regalerà un ponte ad alcuni fortunati) e non entriamo nell'ottica che, ora, i nostri giorni di festa sono quelli che appartengono alla cultura del nostro paese di residenza.

Soprattutto ai nostri figli, secondo me, è importante trasmettere la consapevolezza dei momenti da celebrare tipici della loro "cultura madre", ma è anche giusto non privarli dell'eccitazione e dell'atmosfera di festa che si percepisce nel luogo in cui vivono. Bianca festeggerà la Befana ed il Memorial Day, il 25 Aprile ed il Thanksgiving. 

Stabilire questa nuova tradizione - di famiglia - è un primo passo. Un trucchetto che aiuterà noi ad integrarci meglio e loro a sentirsi uguali a tutti gli altri bambini che per la strada, con le gote rosse di freddo ed i capelli umidi di pioggia, urlano contenti "Happy Thanksgiving!!".

Chiara

Share it!

EnglishItalian


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un commento su “Il Thanksgiving, una nuova tradizione di famiglia