The next step: la nostra prima intervista!


Il blog cresce e la famiglia di Italygoes2 aumenta giorno dopo giorno anche sul canale YouTube. Sin dall’inizio di questa avventura ci siamo accorte che la nostra idea aveva del potenziale per diventare un progetto concreto e molto ambizioso – bastava solamente concretizzare quello che avevamo in testa, assegnando delle priorità e procedendo a piccoli passi.

Il primo anno, dopo aver raccontato la nostra vita ed aver condiviso con voi le nostre esperienze da espatriate, abbiamo pensato fosse il caso di presentarvi alcuni amici che, come noi, vivevano all’estero. Quattro articoli al mese, corredati di foto – perché il mondo è grande e noi Italiani siamo dappertutto. Abbiamo viaggiato con loro dalla Cina alla Nuova Zelanda, dall’Ungheria al Giappone. E ci siamo accorte che i problemi sono sempre gli stessi, le difficoltà riscontrate si somigliano così come il modo di affrontarle.

Poi è arrivato YouTube. Scrivere è un conto, metterci la faccia tutta un’altra storia. Quando accendiamo la telecamera e ci mettiamo a parlare di un particolare tema, o mostriamo le nostre giornate, l’imbarazzo è ancora tanto – forse troppo per essere noi stesse al 100% - e chi ci conosce lo sa. Però andiamo avanti. In primo luogo perché questo canale conterrà bellissimi ricordi: un diario virtuale di quello che stiamo passando in questi anni fondamentali della nostra vita adulta. In secondo luogo perché abbiamo ricevuto molti complimenti e, sia gli incoraggiamenti che le critiche ci hanno fatto capire che questo tema suscita molta curiosità.

Il passo successivo è stato semplice. Abbiamo deciso di chiamare i nostri amici italiani, i nostri autori, e farci una bella chiacchierata (quando e se possibile – problemi di fuso orario e timidezza permettendo). Una chiacchierata registrata. Le domande sono le nostre, perché siamo due ragazze molto curiose – come avrete intuito. Le loro risposte, che vedrete nei prossimi mesi sul canale YouTube, spiazzano. Perché si, è vero: le nostre storie si assomigliano tutte abbastanza, ma i posti dove risiediamo sono completamente differenti. E, ormai lo abbiamo capito bene, il luogo dove vivi ti cambia nel profondo.

Inizia Lorenza. La Turchia. Istanbul. Siete pronti?

Chiara & Carlotta

Share it!

EnglishItalian

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *