Hong Kong: Asia’s world city


Il titolo di questo articolo non è assolutamente casuale: è esattamente come Hong Kong descrive se stessa al mondo. Ed io non posso che essere d’accordo.

Hong Kong effettivamente, è la più occidentale delle città asiatiche. Senza perdere quel fascino orientale che la caratterizza (eh sì, sto pensando a Singaboring… Ops! Volevo dire Singapore! :D) sa mischiare sapientemente antico e moderno, Cantonese ed Inglese, cultura e divertimento. Hong Kong è una vera e propria città cosmopolita. Insomma, una Londra asiatica per intenderci… ma con un clima decisamente migliore!

Come si può raccontare Hong Kong? Inanzitutto un po’ di geografia: Hong Kong è costituita da un pezzetto di Cina (Kowloon e New Territories) e da una miriade di isole (263!), di cui la più importante, nonché cuore centrale dell'arcipelago, è Hong Kong Island (che poi è dove vivo io, così come la stragrande maggioranza degli expat).

Hong Kong è un posto curioso: è la città con il maggior numero di grattacieli al mondo (314! 73 in piu’di NY tié!), si possono trovare diversi distretti estremamente popolati ma, al contempo, vastissime aree lasciate completamente verdi. Non mancano poi spiagge e montagne, luogo d'elezione per le classiche gite domenicali! Stiamo parlando davvero di un sacco di possibilità che altre città da questa parte del mondo (e non) si possono solo sognare.

Ma Hong Kong è anche una delle città più divertenti dell’Asia: numerosi club e bar si sviluppano sia in Hong Kong Island (dove LKF e CWB/Wan Chai la fanno da padroni del divertimento) sia in Kowloon (soprattutto TST) e naturalmente una delle parole chiave che sentirete spesso qui è... Shopping, shopping e ancora shopping!

Certo, la città di per sé è piuttosto costosa (ufficialmente classificata come il mercato immobiliare più caro al mondo), ma divertirsi senza spendere troppo è comunque possibile (non finirò mai di ringraziare abbastanza i 7/11 e le loro birre a 12 HKD). Inoltre, per me che sono da sempre una buona forchetta, Hong Kong rimane davvero l'unica città in tutta l’Asia dove sia possibile gustare non solo buon cibo, ma anche piatti tipici di ogni parte del mondo. C'è di tutto: chi serve cucina peruviana, chi quella spagnola,  thailandese, koreana e così via!

Mi manca il cibo Italiano? No! Innumerevoli ristoranti italiani sorgono un po’ dappertutto e, sebbene sia impossibile spendere meno di 500/600 HKD a testa, ogni tanto vale la pena concedersi uno sfizio.

Ad ogni modo, per immergersi veramente nella cultura di Hong Kong, il mio consiglio è provare un coocked food market: ne troverete uno in ogni distretto e vengono frequentati (quasi) solo da locali. Un pasto con fiumi di birra costa solo 80/100 HKD a testa. Il mio preferito? Il Lockhart Road Cooked Food Market in Wan Chai: un appuntamento quasi settimanale!

Per il resto basta scaricarsi "Open rice": l’app che davvero non può mancare per ogni “foodie” che si rispetti da questa parte del mondo!

Stefano

PS: thanks to my friend Kevin Xu for the amazing panoramic picture on top!

Share it!

EnglishItalian

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *